Il dollaro perde terreno nonostante i buoni dati sul lavoro

  • torna indietro
  • A proposito di Ebury
    Analisi del mercato valutario
    Chi siamo
    Chi siamo|Commercio Estero
    Finanza
    Frode
  • Latest

9 December 2019

scritto da
Enrique Díaz-Álvarez

Chief Risk Officer at Ebury. Committed to mitigating FX risk through tailored strategies, detailed market insight, and FXFC forecasting for Bloomberg.

Il dollaro si è indebolito contro tutte le valute G10 e quelle dei mercati emergenti, con il buon dato degli NFP di venerdì che ha supportato solo in parte il biglietto verde.

L’euro è stato frenato dalla debole produzione industriale tedesca, invece la sterlina ha registrato un’altra performance positiva mentre ci avviciniamo alle elezioni, con i sondaggi che vedono sempre un vantaggio a doppia cifra per i conservatori.

L
e valute dell’America Latina hanno ottenuto i migliori risultati. In particolare il peso cileno, che ha recuperato metà di quanto perso da quando sono iniziati i disordini.

Gli sviluppi politici sono centrali questa settimana. Le elezioni generali in UK giovedì saranno decisive per la sterlina. Inoltre, il 15 dicembre ci sarà la deadline per l’aumento delle tariffe USA sui beni cinesi, per la quale ci aspettiamo un rinvio. Questo, assieme alla vittoria dei conservatori potrebbe essere positivo per gli asset rischiosi ed in particolare per la sterlina.

La riunione della FED mercoledì dovrebbe confermare la posizione attendista della banca centrale sulla politica monetaria, mentre la riunione della BCE di giovedì difficilmente fornirà informazioni che possano muovere il mercato.

EUR

Nella scorsa settimana ci sono state buone notizie sul fronte macroeconomico con i PMI dell’Eurozona usciti sopra le attese che hanno allontanato ulteriormente la prospettiva di una recessione. L’ottimismo è calato venerdì a causa di un dato molto deludente sulla produzione industriale tedesca, che segnala come la brusca contrazione nella manifattura tedesca non sia ancora finita. La riunione della BCE di giovedì fornirà poche informazioni aggiuntive, in quanto la Lagarde continua a spingere affinché i paesi europei allentino la loro politica fiscale.

USD

I dati deboli di secondo piano della prima parte della settimana sono stati rapidamente dimenticati dai mercati dopo l’uscita venerdì di un buon report sul mercato del lavoro statunitense. La creazione di posti di lavoro continua ad essere solida, la disoccupazione sta ulteriormente calando e stiamo assistendo ad un aumento dei salari reali senza alcun segno di preoccupanti pressioni inflazionistiche. Questo è uno scenario ideale per azioni e asset rischiosi in generale, per questo l’azionario statunitense ha chiuso la scorsa settimana ai massimi storici. Prevediamo che dalla riunione del FOMC emerga una FED decisamente attendista, il che dovrebbe avere un limitato impatto sul mercato dei cambi.

GBP

Il rialzo dei PMI sui servizi inglesi, sebbene a livelli ancora bassi, è stato ignorato dal mercato, che resta focalizzato sui sondaggi elettorali.

Le possibilità di ripresa del partito laburista nei sondaggi della scorsa settimana sembrano essersi esaurite, coi Tories che mantengono ancora un vantaggio a doppia cifra. Se i risultati di questi sondaggi dovessero essere confermati nella notte delle elezioni, prevediamo una significativa ripresa della sterlina.

Condividere